Dicono di noi

Abbiamo raccolto i pareri che i laureati hanno espresso riguardo al Corso di Laurea Magistrale in Matematica dell'Università di Modena e Reggio Emilia.


Lidia Geti
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2017

Nell’Ottobre 2015 mi sono laureata in Matematica triennale esponendo una tesi con argomenti di probabilità e statistica, la branca della matematica che più di tutte adoro. Ho scelto, quindi, di proseguire il mio percorso di studi per arricchire il bagaglio di esperienze e conoscenze acquisite nel triennio. Tra le diverse opportunità, l’opzione di studiare ancora Matematica presso UNIMORE si è dimostrata la più valida e per continuità e, soprattutto, per la variegata offerta formativa presentata dal corso: poter scegliere tra corsi teorici, alcuni mirati alla didattica, ed applicativi coniugando matematica con fisica ed informatica è ciò che mi ha portato a decidere questo percorso. Già dopo la laurea triennale, grazie all’iscrizione ad Almalaurea, ho ricevuto diverse offerte di lavoro, tuttavia, in procinto di conseguire la laurea magistrale, mi sono state presentate diverse opzioni e nel campo della finanza ed in ambito tecnologico. Dopo poco più di un mese dal conseguimento del titolo ho, quindi, iniziato la carriera lavorativa in qualità di Project Manager Junior presso Pertec S.r.l. di Modena. Desiderosa di spaziare in diversi settori, dopo quasi un anno, ho scelto di accettare una nuova proposta in provincia di Reggio Emilia, presso Scatolificio La Veggia S.p.A., come programmatrice e sistemista.


Filippo Camellini
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2017.

Mi sono iscritto alla triennale di matematica a Modena nel 2012 e completato il percorso di magistrale nel 2017.
La passione per la matematica mi ha guidato nella scelta di questo percorso che si è rivelato impegnativo ma altrettanto (se non di più) ricco e stimolante.
Sebbene all'inizio fossi un po' perplesso riguardo all'occupazione  di un matematico al termine degli studi, anno dopo anno, specialmente durante il  percorso di magistrale, sono state sempre più chiare le possibilità che mi si presentavano: oltre ai più "classici" sbocchi nel mondo dell'insegnamento e della ricerca, un matematico può essere richiesto in vari ambiti, fra cui ad esempio l'analisi e ottimizzazione numerica, la programmazione e la finanza. Nel mio caso dopo pochi mesi sono stato assunto da una società di consulenza finanziaria.
Frequentare gli studi in questo dipartimento mi ha garantito di essere seguito in maniera molto personale dai professori e di potere eventualmente stabilire primi contatti con le realtà locali: questo è stato di grande aiuto nella scelta del percorso da seguire dopo la magistrale.


Miglena Asenova
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2017.

La mia esperienza come studentessa del Corso di Laurea Magistrale in Matematica presso l’Università di Modena è atipica e la mia testimonianza si rivolge a tutti coloro che hanno il coraggio di sognare ciò che sembra impossibile.
Nell’ottobre 2013 decisi di tentare di iscrivermi alla Laurea Magistrale in Matematica; avevo dietro le spalle un percorso universitario e lavorativo tortuoso, fatto di una laurea quinquennale vecchio ordinamento in tutt’altro campo, conseguita parecchi anni fa all’estero e di un titolo di specializzazione per l’insegnamento secondario in Matematica applicata, conseguito anni prima presso la SSIS dell’Università di Bologna; lavoravo inoltre già da tempo come docente di scuola secondaria di secondo grado. La commissione di valutazione, dopo aver esaminato il mio percorso e gli esami sostenuti durante entrambe le esperienze universitarie, mi ha assegnato un debito formativo che ho saldato sostenendo un esame su un programma concordato con un docente di Fisica dell’Ateneo. Sostenuto tale esame, mi sono potuta iscrivere alla Laurea Magistrale e da gennaio 2014 ho iniziato i miei studi. Lavorando, non ho potuto frequentare i corsi e quindi ho sempre studiato sui libri o sugli appunti fornitimi dai docenti o da altri studenti del corso; per il secondo anno ho chiesto il part time, il che mi ha permesso di conciliare meglio lavoro e studio e di laurearmi in aprile 2017, senza andare fuori corso.
Si è trattato di un periodo durissimo della mia vita, che ha richiesto molto lavoro, molta dedizione e molta autodisciplina, ma la soddisfazione di aver portato a termine un percorso così impegnativo è stata enorme. La disponibilità e la flessibilità dei docenti, sia per quanto riguarda i ricevimenti, sia per quanto riguarda il materiale didattico da mettere a disposizione di chi non frequenta, sono state impagabili. La preparazione ottenuta tramite il corso di laurea è stata ottima e così nell’autunno dello stesso anno ho vinto un posto nel Dottorato in Matematica e Scienze computazionali dell’Università di Catania. Attualmente sto lavorando alla mia tesi di dottorato in Didattica della matematica.
La mia esperienza mi dice che se sai sognarlo, sai anche a farlo!


Francesca Anceschi
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2017.

Il mio percorso scolastico è iniziato all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia quando nel 2012 ho scelto il corso di laurea triennale in Matematica. È stata una scelta dettata dalla passione per questa materia, ma, come probabilmente molti di voi che state leggendo, non avevo ancora un’idea precisa del mio futuro lavorativo.
Al termine della laurea triennale ho scelto di continuare gli studi a Modena e mi sono iscritta al corso di Laurea Magistrale in Matematica. È stata la miglior scelta che potessi fare. Il corso di studi offre molta libertà nella scelta del percorso formativo. Il personale docente si è sempre dimostrato competente, disponibile e coinvolgente. Tutto questo mi ha consentito di apprezzare maggiormente lo studio della matematica, di conseguire la laurea magistrale nel settembre 2017 rispettando i tempi previsti e presentando una tesi di laurea appassionante e soddisfacente.
Al termine dei miei studi, dopo avere superato le selezioni per la Scuola di Dottorato in Matematica presso UniMoRe, ho scelto di restare nell’ateneo di Modena, dove attualmente sto proseguendo con grande soddisfazione la mia formazione come dottoranda. Nel frattempo sono stata contattata più volte per colloqui di lavoro da parte di ditte molto forti e presenti sul territorio delle province di Modena e Reggio Emilia, in quanto le capacità logiche e di apprendimento di un laureato magistrale in Matematica sono fortemente cercate anche da aziende private.


Matteo Spallanzani
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2016.

Un problema è una domanda.
Quando si risolvono problemi, cioè si risponde alla rispettiva domanda, è utile avere un ricco bagaglio di conoscenze acquisite con studio e perseveranza. Tuttavia, per capire il mondo è fondamentale sapersi porre le domande giuste. A differenza del dare risposte, trovare le domande è un’arte figlia di curiosità e pratica: mentre la curiosità è un istinto, la pratica si può fare solo quando se ne presenta l’opportunità.
Molti corsi di laurea in Matematica offrono percorsi teoricamente completi, ma non molti offrono l’opportunità di praticare le competenze acquisite.
Le province di Modena e Reggio Emilia ospitano le realtà industriali più avanzate d’Italia, un serbatoio di problemi stimolanti, per la maggior parte non ancora affrontati o nemmeno identificati. Scegliere di studiare Matematica a Modena mi ha permesso di collaborare con aziende del calibro di Tetra Pak Packaging Solutions e Alfa Romeo – Maserati, per le quali ho sviluppato soluzioni di Machine Learning all’avanguardia: senza le basi di Matematica applicata (Algoritmi, Analisi, Geometria, Probabilità e Programmazione), tali soluzioni sarebbero rimaste senza dubbio fuori dalla mia portata.
Queste esperienze mi hanno incoraggiato a continuare il mio percorso con un Dottorato di Ricerca in Matematica sempre presso l’Università di Modena e Reggio Emilia: attualmente supporto l’HiPeRT Lab del professor Marko Bertogna sull’analisi e l’ottimizzazione di algoritmi di Machine Learning.


Alberto Manzini
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2016.

Sicuramente all'inizio della magistrale non avevo idea di cosa sarei andato a fare dopo. Sapevo che volevo lavorare in un'azienda, per poter applicare tutto quello che avevo studiato fino ad allora, per poter mettere a frutto tutte le ore passate nel capire la teoria dei codici, le proprietà dell'equazione del calore, la stabilità di Lyapunov dei sistemi dinamici, il moto browniano e le reti neurali. Sicuramente tutti noi che abbiamo studiato matematica, ad un certo punto ci siamo chiesti quale fosse lo scopo di tutti quegli studi, quando finalmente si sarebbe messo in pratica un determinante o la definizione di limite. Vi dirò la mia opinione tra poco. All'ultimo anno ho trovato, grazie agli annunci sul sito del dipartimento, una giovane azienda di Modena che cercava un matematico per costruire modelli predittivi con reti neurali. Risposi subito all'annuncio, smanioso di cimentarmi in questa sfida. L'esperienza è stata una inaspettata sorpresa. Mi sono laureato nell'ottobre del 2016 con una tesi sperimentale dal titolo "Applicazione di tecniche di Deep Learning alla previsione di consumi energetici". Buona parte di quello che ho fatto nella tesi l'ho dovuto studiare da zero, ma sicuramente non sarei riuscito a imparare quella nuova teoria senza le basi che mi avevano dato i corsi della magistrale. E qui mi riallaccio al discorso di prima. Quant'è utile nelle aziende quello che studiamo? Secondo me, tanto. In tanti modi. Probabilmente saranno poche le volte in cui vi troverete a calcolare un determinante con il metodo di Laplace. Ma sicuramente la lucidità mentale, l'ordine, la precisione e la creatività che vi serve per una dimostrazione saranno fondamentali per distinguervi nello sconfinato mondo del lavoro. Spesso si dice che i matematici possano fare qualunque lavoro, ed è vero perché essere laureati in matematica conta, e tanto. Sono passati 3 anni dalla mia laurea e ora sono un Data Scientist, un analista di dati che crea modelli di Machine Learning e Intelligenza artificiale per ottimizzare processi industriali (Ceramiche, Stampaggio plastico, depurazione acque, ma anche macchine di Formula 1). E voi, cosa farete dopo la laurea?


Lorenzo Diazzi
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2016.

Navigare nello "sconfinato oceano della matematica" è un impresa alla portata di chiunque parta con la giusta dose di curiosità e voglia di superare i limiti della propria conoscenza della realtà. Formarci, per acquisire le competenze e gli strumenti necessari ad affrontare questo viaggio impegnativo ed affascinante, è la missione dei corsi di laurea in Matematica come quelli offerti qui a UniMoRe.
Sicuramente l'asso nella manica di entrambi i percorsi di studi (triennale e magistrale) è il bilanciamento tra gli insegnamenti teorici e quelli di carattere applicativo. Durante il mio percorso universitario, mi sono accorto di come le nozioni apprese nello studio dei diversi insegnamenti si incastrassero tra loro, come tessere di un puzzle. Prenderne coscienza mi ha dato una grande spinta motivazionale: la fatica fatta durante la preparazione di un'esame non era fine a se stessa, bensì un solido gradino su cui poggiare il piede per proseguire lungo il percorso.
Un altro punto di forza, non solo di Matematica, ma di tutta l'offerta didattica FIM, è il numero contenuto degli iscritti ai corsi di laurea. Questo permette da un lato di instaurare relazioni con gli studenti delle tre tipologie di lauree (informatica, matematica e fisica) e dall'altro consente un dialogo diretto con i docenti, sia a lezione sia negli spazi di ricevimento.
Al termine del percorso di studi mi sono trovato davanti varie possibilità di inserimento nel mondo del lavoro (la prima offerta è arrivata alcune settimane prima del conseguimento della laurea magistrale!). Ho iniziato subito a lavorare come programmatore in un'azienda a pochi chilometri dal paese in cui abito. Pochi mesi dopo sono entrato nel corso di Dottorato di Ricerca in Matematica, sempre a Modena, dove tutt'ora faccio ricerca in alcuni settori della matematica applicata.


Francesca Viappiani
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2014.

Il mio percorso di studi è iniziato nel Settembre 2009 quando mi sono iscritta al corso di laurea Triennale e si è concluso nel Dicembre 2014 con il  conseguimento della laurea Magistrale. Pochissimi mesi dopo, cioè ad Aprile 2015, sono stata assunta con un contratto di apprendistato presso l’Ufficio Risk Management di BPER.
E’ stato un periodo intenso, impegnativo e in alcuni momenti difficile, ma di enorme soddisfazione: con un po’ di forza di volontà, e soprattutto con l’aiuto dei Professori che mi hanno seguito in ogni esame e si sono dimostrati sempre disponibili e presenti, sono riuscita ad ottenere ottimi risultati rimanendo nei tempi previsti, e ho avuto l’opportunità di trovare in brevissimo tempo un lavoro ben remunerato e soddisfacente.
La Laurea in Matematica, infatti, mi ha agevolato moltissimo nella ricerca del lavoro (molte aziende ricercano espressamente neolaureati in Matematica per le capacità logiche, la duttilità e l’elasticità mentale) e gli esami sostenuti durante la Triennale di Analisi, Geometria, Probabilità e Calcolo Numerico, mi hanno fornito tutte le basi necessarie per affrontare con tranquillità e senza problemi i colloqui per entrare nel mondo del lavoro. Attualmente utilizzo le conoscenze acquisite del Corso di Laurea Magistrale con gli esami di Analisi Superiore, PDE, Calcolo delle Probabilità e Processi Stocastici.
I contatti con il mondo del lavoro sono facilitati grazie anche all’attività di Orientamento svolta dai Docenti, nell’ambito della quale vengono organizzate giornate in cui le aziende vengono in Dipartimento per conoscere personalmente gli studenti e visite guidate direttamente nelle loro sedi.


Massimo Ferri
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2014

La forte natura finalizzata all’acquisizione degli strumenti necessari per la comprensione e l’analisi dei problemi emergenti in numerosi contesti professionali, senza tuttavia trascurare la rigorosa trattazione dei temi da un punto di vista  prettamente teorico, l’organizzazione generale dei corsi nella scelta oculata di argomenti di indiscusso spessore teorico e pratico, nonché l’encomiabile disponibilità dei docenti per dirimere dubbi e fornire preziosi consigli, rendono il corso di laurea magistrale in matematica dell’Università di Modena e Reggio Emilia il percorso formativo ideale a partire dal quale proseguire la propria formazione in contesti accademici o per intraprendere una carriera professionale di alto profilo. A tale proposito, una delle chiavi del suo successo risiede nei legami con gruppi di ricerca di alto livello internazionale e nel significativo dialogo instaurato con le realtà lavorative dei vari settori, particolarmente numerose sul territorio, permettendo agli studenti di maturare un'attenta visione del contesto lavorativo al quale ambiscono, nonché di intraprendere percorsi professionali in linea con il proprio profilo e le proprie aspirazioni.
Grazie alla possibilità di strutturare personalmente il percorso formativo coerentemente con i propri interessi ed ambizioni, il corso fornisce l’opportunità di raggiungere una profonda conoscenza dei temi che costituiscono maggiore attrattiva, nonché di formare un profilo personale altamente specializzato. A tale riguardo, le numerose conoscenze maturate grazie agli insegnamenti proposti congiuntamente ai forti stimoli di natura intellettuale da essi alimentati si sono per me rivelati di primaria importanza durante i percorsi accademici e professionali successivamente intrapresi.
Il clima sereno e al contempo altamente performante all’interno del quale si instaura il corso di laurea e reso tale grazie principalmente alla spiccata professionalità del corpo decente, contribuisce infine a costituire il contesto formativo ideale per accrescere le proprie competenze, alimentare la propria curiosità verso i temi di maggiore interesse personale e di formare la propria persona sia sul lato umano che pratico.


Andrea Guglielmi
Laurea Magistrale in Matematica conseguita nel 2013

Ho frequentato il corso di laurea sia triennale che magistrale presso l'ateneo di Modena e Reggio Emilia. Al momento di scegliere il corso di laurea da intraprendere, forse come alcuni di voi, non avevo un'idea chiara in testa, sapevo però benissimo quali corsi di laurea non avrei frequentato. Volevo intraprendere una facoltà scientifica e dopo aver scartato ingegneria e fisica ho scelto matematica. Sono contento della scelta fatta allora, la matematica mi è sempre piaciuta, e il consiglio che do ai ragazzi che conosco che si trovano a scegliere una corso di laurea dico scegliete qualcosa che vi piace perché 3 o 5 anni sono lunghi. Durante il mio percorso universitario ho incontrato docenti e ricercatori disponibili e cordiali pronti a venire incontro alle esigenze degli studenti oltre che persone competenti e preparati. Ho avuto l'opportunità di svolgere alcune esperienze molto interessanti, una tesi di ricerca al termine delle triennale, una esperienza di tutorato di analisi, durante la specialistica, al termine del mio percorso universitario anche un tirocinio finalizzato alla tesi magistrale. Per tutte queste esperienze non posso che ringraziare i docenti e ricercatori che mi hanno seguito, perché mi hanno fatto crescere, non penso che avrei potuto accumulare così tante esperienze altrove.
Attualmente lavoro come programmatore presso una azienda locale, quello che mi è servito nel mondo del lavoro non sono tanto le competenze tecniche di programmazione, ma più un modo di vedere le cose, approcciare problemi e riconoscere modelli.


 

 

[Ultimo aggiornamento: 07/05/2019 12:27:11]