Ti trovi qui: Home » In evidenza

Laureata in Fisica del FIM-UNIMORE diventa Junior Professor alla Humboldt di Berlino

Caterina Cocchi, modenese classe 1984, è diventata Junior Professor alla prestigiosa Università Humboldt di Berlino. La giovane ricercatrice con una brillante formazione presso il nostro ateneo—una laurea e un dottorato in Fisica conseguiti col massimo dei voti—dal 2013 lavora alla Humboldt-Universität, la più antica università di Berlino (Germania). Ora si è aggiudicata il ruolo di “giovane professore” nel gruppo di Fisica Teorica, dove si occuperà di investigare i complessi fenomeni quantistici all’interno dei nuovi materiali, primo fra tutti il grafene.

Il curriculum di Caterina Cocchi ha solide basi a Modena. Prima il Liceo Muratori, poi una laurea in Fisica all'Unimore con 110 e lode, sotto la supervisione dei professori Sergio Valeri e Elisa Molinari, seguita dal dottorato in 'Physics and Nanosciences' svolto tra il Dipartimento di Fisica e l'Istituto Nanoscienze del Cnr (Cnr-Nano), con una tesi sul grafene il “materiale delle meraviglie”. “E' la superstar dei materiali, studiato nei laboratori in tutto il mondo e anche a Modena—spiega Caterina Cocchi—dove in particolare ci si concentra sui fenomeni quantistici che si producono in questo foglio di atomi di carbonio".

Caterina arriva a Berlino nel 2013 con un curriculum già denso di pubblicazioni e collaborazioni importanti, e alla Università Humboldt inizia il post-dottorato, tappa essenziale per costruirsi una carriera scientifica di alto livello. Qui entra nel gruppo di ricerca in fisica teorica dello stato solido, un team che oggi conta più di 35 persone, dove lavora con responsabilità sempre crescenti fino al nuovo incarico di Junior Professor. Appena assunto il nuovo ruolo, che proseguirà per almeno tre anni, la ricercatrice pensa già di ampliare gli orizzonti della propria ricerca oltre il famoso grafene.

[Ultimo aggiornamento: 24/07/2017 10:58:29]